PALIO FACTORY 2. “Perlasca, il coraggio di dire no” (9 gennaio 2017, Spazio Venezia)

giovedì  19 gennaio  2016 – ore 21.00
Spazio Venezia _ Udine

 PERLASCA, IL CORAGGIO DI DIRE NO

di  e con Alessandro Albertin
a cura di  Michela Ottoliniproduzione Teatro de gli Incamminati – Teatro di Roma



Una storia di coraggio, quella di Giorgio Perlasca, lo Schindler italiano, come è stato definito. Funzionario, filantropo e commerciante,  egli si oppose ai crimini nazisti e si rifiutò di aderire alla Repubblica di Salò. In fuga dall’Italia nel 1944, Perlasca si recò a Budapest e colse subito l’invito del
generale
Francisco Franco a
presentarsi
presso
l’ambasciata
spagnola in caso di necessità. Cambiò così il suo nome in Jorge Perlasca e si mise al servizio dell’ambasciatore Sanz Briz per salvare dalla deportazione quanti più ebrei fosse possibile, arrivando fino a sostituire l’ambasciatore stesso, quando costui fu costretto a lasciare la città per il precipitare della situazione politica.

In poche settimane
Perlasca salvò dalla deportazione più di 5000 persone grazie al suo coraggio e alle innate doti diplomatiche, ma poi,  terminata la guerra e rientrato in patria,  non raccontò la propria vicenda né alla famiglia, né alla stampa. La  sua storia restò nell’ombra fino a quando nel 1988  una coppia di ebrei ungheresi rintracciò finalmente Perlasca e fece conoscere  il suo eroismo  e la sua umanità.
In un intenso monologo, che commuove ed emoziona, l’attore veronese Alessandro Albertin interpreta tutti i personaggi della straordinaria vicenda, riuscendo a tenere vive la tensione e la curiosità nel pubblico fin dalle prime battute.


Per la tematica affrontata e per il coraggio e il principio di solidarietà che animano la scena  lo spettacolo è  proposto per le manifestazioni della Giornata della Memoria 2017.