ANNULLATO! Domenica 9 aprile incontro con Dacia Maraini al Visionario di Udine

ATTENZIONE! PER PROBLEMI DI SALUTE L’INCONTRO CON LA SCRITTRICE DACIA MARAINI E’ STATO ANNULLATO

                                                                                                                                                                                                                  Teatro Club Udine

in collaborazione con Assessorato alla Cultura- Comune di Udine

e con
Assessorato alle Pari Opportunità- Comune di Udine
Centro Espressioni Cinematografiche
Libreria Friuli

per gli  appuntamenti di Calendidonna 2017

presenta

Testimonianza di una scrittrice
Incontro con  DACIA MARAINI

conversazione con
Antonella Sbuelz e Mauro Daltin
da un’idea di Angela Felice

ingresso libero

giovedì 23 marzo 2017, ore 21.00
Visionario
via F. Asquini 33,  Udine

Dacia Maraini, scrittrice, poetessa, saggista, drammaturga e sceneggiatrice, sarà ospite al Visionario di Udine, DOMENICA 9 APRILE 2017 alle 21.00, per un incontro a ingresso libero dal titolo “Testimonianza di una scrittrice”.  Per il programma di Calendidonna 2017, da un’idea di Angela Felice, una testimonial d’eccezione, che converserà con due giovani esponenti della cultura friulana, Antonella Sbuelz e Mauro Dantin, per raccontare la sua vita intensa, divisa tra scrittura e impegno civile.

Dacia Maraini, autrice poliedrica di narrativa, poesia, teatro e saggistica, acuta e sensibile indagatrice della condizione della donna, ha spesso delineato nei suoi testi figure femminili complesse e determinate, inserite in una più ampia riflessione su molteplici temi sociali, affrontati in un prospettiva storica.
Si è segnalata inizialmente con il romanzo L’età del malessere (1963). Ha scritto in seguito numerose opere narrative: Memorie di una ladra (1972); Donna in guerra (1975); Isolina (1985); La lunga vita di Marianna Ucrìa (1990, premio Campiello 1990); Bagheria (1993); Un clandestino a bordo (1993); Voci (1994), premio internazionale Flaiano; Dolce per sé (1997); il volume di racconti Buio, premio Strega (1999); La nave per Kobe (2001); i romanzi Colomba (2004). Nel 2007 ha pubblicato Il gioco dell’universo, in cui rilegge gli scritti del padre, l’orientalista Fosco, ricostruendone il percorso intellettuale ed esistenziale, e Passi affrettati, dedicato al tema della violenza sulle donne, dal quale l’anno successivo è stato tratto lo spettacolo, da lei scritto e diretto, messo in scena in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne; al 2008 è datato anche Il treno dell’ultima notte, in cui seguendo la vicenda privata della protagonista si ripercorrono alcuni dei momenti più tragici della storia del Novecento. Tra le opere successive, La ragazza di via Maqueda (2009; la raccolta di scritti di viaggio La seduzione dell’altrove (2010), che propone un percorso critico tra le contraddizioni e gli egoismi della società italiana; La grande festa (2011), sofferta indagine onirica sul valore del ricordo. È inoltre autrice di saggi (Storia di Piera, 1980, in collaborazione con Piera Degli Espositi; Amata scrittura, 2000), raccolte di versi (Viaggiando con passo di volpe, 1991; Se amando troppo, 1998), opere teatrali (da citare, Fare teatro: 1966-2000, 2000, che raccoglie gran parte della sua opera teatrale) e sceneggiature, oltre che regista cinematografica e teatrale. Nel 2012 è stata insignita del premio Fondazione Campiello alla carriera; nello stesso anno ha pubblicato la favola a fumetti La notte dei giocattoli, illustrata da Daniele Gud Bonomo, e il libro di racconti L’amore rubato, mentre è del 2013 la biografia Chiara di Assisi. Elogio della disobbedienza e del 2015 il romanzo La bambina e il sognatore.

 

Info
Teatro  Club Udine,  via Marco Volpe 13, Udine
t/f   0432 507953 / info@teatroclubudine.it
www.teatroclubudine.it

Calendidonna 2017
programma completo su www.comune.udine.gov.it