AKROPOLIS OFF: “Poesia in tandem” con i poeti Sbuelz e Mattiuzza

Il Teatro Club Udine
con il sostegno di
Regione autonoma FVG, Assessorato alla Cultura del Comune di Udine
Fondazione Friuli, Ert FVG
in collaborazione con Società Filologica Friulana
presenta

per il progetto AKROPOLIS OFF:  POESIA IN CANTINA
Secondo appuntamento 2018
In tandem: due poeti in dialogo
con Antonella Sbuelz e Maurizio Mattiuzza
modera Erika Adami

giovedì 22 febbraio 2018, ore 21
Spazio “Cantina”
via Manin 18 │Udine

Dopo l’en plein sulla Beat Generation a Udine, proseguono i percorsi sulla poesia ideati per Akropolis OFF dal gruppo di lavoro coordinato dal Teatro Club in collaborazione con la Società Filologica Friulana per animare lo spazio “Cantina” di via Manin 18 a Udine. Il prossimo appuntamento, in programma giovedì 22 febbraio alle ore 21, si apre alle voci della lirica friulana e fa spazio a due esponenti  di spicco della new wave in versi di casa nostra, entrambi pluripremiati anche fuori del Friuli: Antonella Sbuelz e Maurizio Mattiuzza.
A loro, moderati da Erika Adami,  il compito di dialogare “in tandem” sugli orizzonti di senso non solo del proprio lavoro, ma anche della ispirazione della  lirica del nostro tempo e sulle ragioni del far poesia  oggi.

Antonella Sbuelz, insegnante, collabora a riviste culturali e con la Sezione di Italianistica dell’Università di Losanna. Ha pubblicato poesia, saggistica e narrativa, tra cui la silloge L’abaco magenta (Anterem, 1988), la raccolta di racconti Amori minimi (Mobydick, 1997), i romanzi Il nome nudo (Mobydick, 2001), Il movimento del volo (Frassinelli, 2007; Premio Biblioteche di Roma, Premio Predazzo, Premio Caterina Percoto; Premi Selezione Rhegium Julii e Domenico Rea), Greta Vidal (Frassinelli, 2009; Premio Selezione Ultima Frontiera-Carlo Cassola 2010), La fragilità del  leone (Forum, 2017). Per la sua produzione poetica e narrativa le sono stati assegnati numerosi riconoscimenti. Con la raccolta Transitoria pubblicata da Raffaelli Editore ha vinto nel 2010 il primo premio nella sezione Poesia della IX edizione di InediTO – Premio Colline di Torino,  mentre nel 2014 e nel 2017  ha vinto il Premio Internazionale di Letteratura Alda Merini e, ancora nel 2017, il Premio Caput Gauri di Ferrara.

Maurizio Mattiuzza, vincitore con La donna del chiosco sul Po (La Vita Felice, 2015) della sezione Poesia InediTO – Premio Colline di Torino 2014, voce attiva del movimento culturale friulano contemporaneo già dalla seconda metà degli anni ’80, ha pubblicato le raccolte di poesia La cjase su l’ôr (1997) e L’inutile necessitâ(t) (KV, 2004)  con note critiche di Luciano Morandini e postfazione del cantautore Claudio Lolli, nonché il volume Gli alberi di argan(La Vita Felice, 2011). Da diversi anni lavora come spoken poet e paroliere accanto a Lino Straulino, con il quale ha realizzato l’album Tiere nere e diverse altre canzoni. Ha inoltre pubblicato la raccolta di racconti il derby della luna. Assieme al cantautore Renzo Stefanutti ha inoltre scritto una delle canzoni finaliste di «Suona la Poesia» 2010, la sezione musica d’autore del Festival di Poesia di Genova. È uno degli autori selezionati al Premio «Alda Merini» 2013,è stato inserito nella terzina finalista del Premio nazionale «Mario Soldati» ed è il vincitore del Premio nazionale «Laurentum» 2009 per poesia inedita in lingua italiana, oltre che del Premio «Città di Ceggia». Conta traduzioni in inglese, sloveno, greco e altre lingue europee con partecipazioni a numerosi festival internazionali di letteratura. Scrive in lingua italiana, friulana e nel dialetto della Valsugana.

Info
Teatro Club Udine, via Marco Volpe 13, Udine
t 0432 507953
info@teatroclubudine.it, www.teatroclubudine.it