“Indemoniate” Giuliana Musso torna in scena a TEATRO APERTO

TEATRO APERTO 2018 focus autori italiani

Prende il via la seconda edizione di Teatro Aperto, il progetto culturale a sostegno della drammaturgia contemporanea, che coinvolge il pubblico in un percorso di scoperta ed indagine collettiva di alcuni dei testi più interessanti della nuova scena nazionale e internazionale.
Il progetto è affidato alla direzione artistica di Elisabetta Pozzi.
Dopo il fortunato esordio della prima edizione, che ha registrato un’amplissima partecipazione di pubblico, da novembre a maggio al Teatro San Carlino saranno presentati al pubblico 10 nuovi testi mai allestiti di autori italiani e stranieri contemporanei, sempre in forma di lettura scenica.
Nella rosa di autori selezionati da Elisabetta Pozzi sono presenti alcuni tra i nomi più interessanti della scena contemporanea, che il pubblico bresciano avrà occasione di conoscere di persona; ogni lettura, come ormai consuetudine, sarà infatti preceduta da brevi introduzioni al testo a cura degli stessi autori, dei registi o dei traduttori.
Novità della seconda edizione è la suddivisione del progetto in due focus, dedicati rispettivamente agli autori italiani e agli autori stranieri. Abbiamo ritenuto
opportuno dare maggior spazio alla drammaturgia italiana, portando a quattro – contro i due della passata edizione – i testi italiani inseriti nel progetto, e dando loro una peculiare attenzione e visibilità con una finestra ad essi dedicata. Da qui l’idea di un focus con una calendarizzazione serrata, simile nella forma ad un “seminario drammaturgico” o ad un piccolo festival di novità autoriali.
Nella prima settimana di novembre 2018 saranno dunque presentati 4 testi mai allestiti, firmati da alcuni degli autori più interessanti del panorama nazionale, come Giuliana Musso e Roberto Cavosi e con la partecipazione di attori bresciani di grande bravura e alcuni fuoriclasse come Massimo De Francovich e Maria Paiato.

Il progetto Teatro Aperto è realizzato con il sostegno di Fondazione ASM e della Provincia di Brescia

 

Indemoniate

lunedì 5 novembre 2018 h 20.30

di Giuliana Musso e Carlo Tolazzi
Margherita, una giovane indemoniata Valentina Bartolo
Maddalena, madre di Margherita Elisabetta Pozzi
Franzolini, medico Alberto Onofrietti
Chiap, collega di Franzolini Gian Marco Pellecchia
Don Giovanni, parroco Alessandro Quattro
Sgarfe, matto del paese Tindaro Granata
Sindaco Fausto Ghirardini
coordinamento registico Elisabetta Pozzi Giuliana Musso

A Verzegnis, un remoto paesino della Carnia, pochi anni dopo la cacciata degli austriaci si verifica uno strano caso di possessione
diabolica multipla, che interessa numerose donne di varie età e mette a dura prova le istituzioni ecclesiastiche e quelle del neonato Stato italiano.
Ispirato a un fatto di cronaca, il testo mette a nudo l’inadeguatezza delle gerarchie ecclesiastiche e della nascente scienza psichiatrica, all’epoca dominata dal paradigma positivista, di fronte a un malessere collettivo radicato nella povertà, nella solitudine, nell’ignoranza di una comunità isolata, nonché nella tradizionale oppressione della componente femminile della società.

 

Vuoi scoprire di più?
leggi anche INDEMONIATE