Recensione di

Il Cavalier bizzarro

Recensione

Per la serata conclusiva del palio i CCFT ExPalio ci hanno allietato e inquietato portando in scena un brevissimo testo di Michel de Ghelderode e, come si suole fare, personalizzandolo, rendendolo loro.

In un mondo senza storia e senza senso, un gruppo di “ragazzi distopici” si alternano tra la routine di mangiare, pulirsi e dormire, i social network, le feste, le droghe, le parolacce. D’un tratto, tuttavia, la loro esistenza viene scombussolata dal suono di agghiaccianti campane. Appartengono al Cavalier Bizzarro, ovvero la Morte, che sta giungendo presso di loro – rivelano le vedette. Terrorizzati, si danno alle feste, poi alla preghiera, infine si nascondono, proprio quando la Morte giunge nella stanza. Le vedette no, invece, loro parlano continuamente – l’uno sull’altro, come fossero uno – sia cercando di interpretare i simboli che li circondano – le campane, il cavaliere -, sia quando accolgono la Morte in casa, sia quando se ne va lasciandoli in preda all’euforia di non essere stati scelti. Tuttavia, qualcuno è stato scelto, un neonato, la cui madre entra in scena urlando di dolore e implorando a qualcuno di scambiare il suo posto con quello di suo figlio. Ma la vita è una sola, si rendono conto i ragazzi, e ora sì che capiscono quanto vale.

Con uno spettacolo di difficile argomento ma di efficace esecuzione – grazie alla scenografia essenziale e originale, le luci, la recitazione, l’interpretazione del testo di Ghelderode (ma soprattutto grazie alle folli danze da discoteca. Punto bonus: il fratello dello stagista dello Stellini a torso nudo con le bretelle) – i CCFT ExPalio chiudono una rassegna di spettacoli che hanno entusiasmato, sorpreso, turbato il pubblico. Giovani attori che si dimostrano più che mai capaci di suscitare, tramite un’arte che resiste al tempo, vere emozioni.

 

Scheda spettacolo
Titolo
Il Cavalier Bizzarro
Autore
Michel de Ghelderode
Scuola
Ospitalità - Compagnia CCFT ExPalio
Gruppo
Sede rappresentazione
Teatro Palamostre
Giornata
Mercoledì 30 maggio 2018
Orario
21.15
Trame e percorso
Leggi la scheda completa