Museo in danza, degli Arearea

Esplorare il rapporto tra movimento e spazio, danza e arte, corpo e materia, grazie ad una performance pensata per un luogo prestigioso e non convenzionale quale il museo Revoltella di Trieste.

Museo in danza, progetto di Arearea nato nel 2016, sotto la direzione di Marta Bevilacqua, danzatrice e coreografa, e visto il 23 dicembre 2018, è un’esperienza a forte impatto emotivo e visivo capace di porre il visitatore-spettatore in un rapporto nuovo e seducente con l’opera d’arte.

Un lavoro sulla memoria indubbiamente e sulla vita di quella memoria, ma soprattutto un codice per aprire porte percettive che rischiano di restare chiuse visto che l’arte figurativa induce nel visitatore un atteggiamento critico, scolastico, in cui la necessità di comprendere si oppone spesso all’abbandono emozionale.

In questo caso la danza contemporanea raffinata, potente e fluida di Valentina Saggin, Anna Savanelli e Marta Bevilacqua costringe ad un cambio di prospettiva, suggerendo azioni differenti da quelle che normalmente si compiono visitando un museo. Ci si siede a terra, ci si mette di lato all’opera d’arte, mentre le danzatrici ne amplificano la bellezza, moltiplicandone il senso.

Se le domande sono: che cosa l’opera imprima sul nostro corpo, quale azione essa  suggerisca, che cosa ci portiamo via da ogni visita, quale dettaglio resta, la risposta non può che essere una: solo la danza e il corpo sono in grado di metterci in contatto con  l’ineffabile attivando  sensi  e prospettive nuove per l’occhio del visitatore, mettendo in relazione tra loro differenti settori della cultura, rinnovandone i formati e le modalità di fruizione, al fine di suscitare l’interesse di più ampie fasce di pubblico e avvicinare nuove tipologie di visitatori/spettatori alle arti performative contemporanee e al nostro ricco patrimonio museale.

Un’esperienza imperdibile, saggiamente sostenuta dal Teatro Stabile FVG, il Rossetti, che in tutte le giornate di replica ha attratto e convinto completamente il pubblico.

Immagine presa da www.triesteallnews.it